Connect with us

Hi, what are you looking for?

Economia

Il Sostegni bis non convince Ance e Sindacati

Il divieto di licenziamento prorogato al 2021 resta una misura insufficiente e per alcuni un vero passo indietro

Il Sostegni bis non convince Ance e Sindacati

Il Sostegni bis non convince Ance e Sindacati
Il decreto Sostegni bis non soddisfa e anzi preoccupa. Lo ha fatto presente il vicepresidente dell’Ance Marco Dettori, in audizione sul dl Sostegni bis in commissione Bilancio alla Camera. “La reintroduzione del ‘divieto di licenziamento’ fino a fine 2021, per le imprese che fruiscono di cassa integrazione ordinaria o straordinaria (e per la durata della stessa), costituisce un passo indietro rispetto all’assetto delineato dal primo decreto sostegni. Inoltre, mancano misure orientate a supportare lo sviluppo dell’attività produttiva.

Si propongono, solo a titolo esemplificativo, il ricorso ai contratti a termine, forme di decontribuzione e detassazione della formazione nonché delle ore eccedenti il normale orario di lavoro e dei superminimi”.

“Il Governo- ha proseguito Dettori- potrebbe scegliere di trasformare le garanzie a valere sul Fondo di garanzia Pmi e Sace in sovvenzioni (quindi patrimonio). Tale previsione sarebbe molto importante per le imprese perché contribuirebbe a migliorare il rapporto tra indebitamento e patrimonio. Su questo punto si è espresso favorevolmente anche l’European Systemic Risk Board presieduto dalla Presidente della Bce Lagarde“.

Anche i sindacati reputano il blocco di licenziamenti insufficiente per la ripresa del paese.

“I numeri che arrivano dall’Istat non descrivono un quadro di ripresa strutturale, quanto invece un recupero ‘fisiologico’ del lavoro a tempo determinato dovuto alle riaperture di questi mesi.

Un dato certo positivo ma ben lontano dal compensare gli oltre 800 mila occupati persi da inizio pandemia”. È quanto sottolinea il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra. “Il tessuto sociale resta fragilissimo, con oltre mezzo milione di posti a rischio – sottolinea – impensabile in queste condizioni non prorogare il blocco generalizzato dei licenziamenti, al quale va affiancato anche il prolungamento della cassa Covid”. Per Sbarra “occorre modificare il Sostegni Bis, rafforzando le misure di protezione e promozione del lavoro ad oggi davvero troppo deboli”.
Il Sostegni bis non convince Ance e Sindacati

Shortlink:  https://bit.ly/3g19CaH

Articoli Correlati

Culture

MILANO (ITALPRESS) – Tutto digitale, tutto dal proprio ufficio, tutto a qualsiasi ora e giorno della settimana: illimity presenta oggi b-ilty, il primo business...

Economia

"Gli investimenti per trasformare la nostra economia, dall’innovazione tecnologica, alla digitalizzazione, alla formazione, ai progetti di rigenerazione urbana possono avere un impatto rivitalizzante anche...

In evidenza

Letta: deve essere premiato chi è fedele, chi paga le tasse e chi si è vaccinato

In evidenza

Si raggiunge un buon risultato, frutto della mobilitazione sindacato