Connect with us

Hi, what are you looking for?

In evidenza

Il senatore Palumbo contro Fico: “Ipocrita”

Una missiva al fiele dell’ex senatore Enzo Palumbo a Roberto Fico dopo la scomparsa dell’on. Nadir Tedeschi

Il senatore Palumbo contro Fico: “Ipocrita”
Tempo di lettura stimato 2 minuti

Il senatore Palumbo contro Fico: “Ipocrita”
Troppa disattenzione della grande stampa per la scomparsa di Nadir Tedeschi, politico democristiano di razza, autore della legge che ha istituito il Servizio Sanitario Nazionale universale e gratuito e poi vittima di una azione terroristica delle Br. La colonna Walter Audisio dei brigatisti lo gambizzò sparandogli nel corso di una incursione armata nella sede della Dc. Tedeschi, che apparteneva all’ala morotea, è uscito di scena in sordina, con la discrezione che sempre lo aveva caratterizzato.

Roberto Fico lo ha omaggiato con un ricordo che ha provocato la reazione dell’ex senatore liberale Enzo Palumbo. Tedeschi è infatti morto dopo aver sofferto per la “grave offesa alla sua dignità” derivante dalla riduzione del 70% del vitalizio cui aveva diritto.

La lettera di Enzo Palumbo

L’esponente liberale prende di petto il presidente della Camera, il grillino Fico. “Onorevole Presidente, ho letto su un’agenzia di stampa una Sua dichiarazione in morte dell’on. Nadir Tedeschi, con espressioni di cordoglio  e di vicinanza alla famiglia dell’illustre defunto, che ha servito l’Italia con dignità e onore sino a mettere a rischio la sua stessa vita”. Dopo questo preambolo, arrivano i fendenti. 

Le confesso che ho provato qualche disagio nel rammentare che, in esecuzione di una demagogica promessa elettorale, del Suo partito, Lei ha procurato agli ultimi tre anni di vita dell’on. Tedeschi una grave offesa alla sua dignità di ex parlamentare, riducendogli di circa il 70% il vitalizio cui aveva diritto, e poi facendo di tutto perché gli organi di autodichia della Camera, cui aveva fatto ricorso, potessero fare giustizia mentre era ancora in vita”.

L’affondo contro il presidente della Camera

Prosegue in un crescendo rossiniano il senatore Palumbo: “Se l’ipocrisia, come scriveva La Rochefoucauld, è l’omaggio che il vizio rende alla virtù, penso che nell’occasione Lei ne abbia fatto largo uso, mentre spero che vorrà astenersene in consimili future occasioni, che certo non mancheranno, visto che attualmente sono già circa 300 gli ex parlamentari ricorrenti che non sono riusciti ad avere in vita la giustizia cui avevano diritto a causa dell’ostruzionismo del suo partito e degli organi della Camera da Lei diretti”.

I saluti sono poi una chicca da non ignorare: “Con ogni osservanza per la Sua alta carica, gradisca, nonostante tutto, i miei  migori saluti”.
Il senatore Palumbo contro Fico: “Ipocrita”

Shortlink:  https://bit.ly/2Xjwmgt

You May Also Like

In evidenza

L’ammiraglio, già capo di stato maggiore della Marina Militare dal 2013 al 2016: “Con Draghi l’Italia è rientrata in gioco soprattutto a livello diplomatico,...

In evidenza

L'esperta giurista a L'Argomento: “Col covid bisogna convivere, al ministro Bianchi va la nostra gratitudine: dietro le violenze a Milano c'è anche la scuola...

Politica

L'intervento dell'ex deputato cattolico Domenico Menorello, Osservatorio parlamentare “Vera lex?”

In evidenza

L'analisi: per la coalizione il possibile passo indietro del Cav. è l'esame di maturità definitivo. Nel mezzo il sommovimenti centristi che, piacciano o meno,...