Connect with us

Hi, what are you looking for?

Internazionale

Il Covid non spaventa più Israele

Tutto pronto per trasformare il Paese in una delle mete più trendy del post-pandemia

Il Covid non spaventa più Israele

Il Covid non spaventa più Israele
Prosegue spedita la ripartenza di Israele, che dopo aver recentemente annunciato la riapertura il prossimo 23 maggio ai primi gruppi di turisti stranieri vaccinati, si sta concentrando ora su un grande calendario di eventi per rendere il Paese una delle mete più trendy del post-pandemia.

Dopo la corsa di biciclette Gran Fondo Arava, che lo scorso 23/24 aprile ha portato nel deserto israeliano oltre 1.000 atleti, tra professionisti e dilettanti, il prossimo 27 e 29 maggio si svolgerà il Tour De Wine, uno speciale evento cicloturistico per scoprire in tranquillità e in sella alla propria bici i grandi vigneti di Israele. Seguirà a novembre il Tour di Eilat, una gara in due tappe dedicata ai ciclisti su strada e, con tutta probabilità, uno dei primi grandi eventi sportivi ad essere aperto senza restrizioni anche ai turisti stranieri.

 Israele celebra così, sulle due ruote, la ripartenza quasi a volersi lasciare il Covid alle spalle e pedalare, veloce, verso la normalità e il rilancio turistico.

“La ripartenza delle manifestazioni sportive in Israele è uno dei segnali più positivi che potessimo ricevere dopo il successo della campagna vaccinale – ha dichiarato Kalanit Goren Perry, Direttrice dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo – Israele si è sempre distinta per la sua ricca offerta di turismo sportivo e siamo contenti di poter finalmente ricominciare a investire in questo settore. Dal rafting sul fiume Giordano alla mountain bike nel deserto, passando per il kite-surf e l’arrampicata, il nostro è un Paese sì ricco di bellezza e di luoghi unici, ma anche di adrenalina e di esperienze da vivere a tutta velocità”.
Il Covid non spaventa più Israele

Shortlink: https://bit.ly/3f8V4pg

Articoli Correlati

Sostenibilità

In Italia persi tre frutti su quattro ma possiamo fare qualcosa parola di Coldiretti

Culture

Per il 29esimo anniversario della Strage di Capaci le città si fanno ambasciatori e luoghi di memoria

Culture

Dopo 7 mesi di stop a causa dell’emergenza pandemica, la musica è tornata protagonista al teatro San Carlo di Napoli