Connect with us

Hi, what are you looking for?

Culture

Il cielo di Rotterdam si tinge d’azzurro

Rock’n’roll never die: i Måneskin vincono l’Eurovision Song Contest

Il cielo di Rotterdam si tinge d’azzurro

Il cielo di Rotterdam si tinge d’azzurro
Dopo Gigliola Cinquetti e Toto Cutugno, un gruppo di quattro “fuori di testa” ha ridato ossigeno all’Italia. Sono i Måneskin, che con “Zitti e Buoni” hanno vinto la 65esima edizione dell’Eurovision Song Contest. Sono volati i voti e sono volati i quattro giovani romani che, dal quinto posto raggiunto con i voti dalla giuria di qualità, sono schizzati in vetta grazie a 318 ricevuti con il televoto.

Damiano, Victoria, Thomas ed Ethan, con il loro brano, hanno letteralmente conquistato il palco dell’Ahoy Arena di Rotterdam. Hanno alzato il premio, come un déjà-vu. Solo qualche mese prima, a Sanremo, alzavano il leoncino d’oro rampante.

Non una semplice vittoria ma una vera rinascita per l’Italia. Vincendo, i Måneskin, riportano in Italia un trofeo che mancava dal 1990 e con esso l’edizione 2022 dell’Eurovision, che dopo 31anni sarà organizzata in Italia.

Il gruppo rock romano, insieme dal 2016, ha dimostrato di avere i numeri giusti per trasformare i sogni in realtà. I quattro amici inseparabili, uniti sotto il nome di Måneskin, sono passati, in un batter di ciglio, dalle esibizioni in via del Corso a Roma, ad uno dei palcoscenici più importanti del mondo, facendo una tappa “fortunata” al Festival di Sanremo.

A Rotterdam i Måneskin si sono lasciati alle spalle la Francia e la Svizzera, rispettivamente seconda e terza classificate.

Un buon inizio, un modo per dire che, alla fine, l’Italia come sistema paese riesce a farcela e, come la musica rock, non muore mai.
Il cielo di Rotterdam si tinge d’azzurro

Shortlink:  https://bit.ly/3fJ3hkl

Articoli Correlati

Culture

Ispirato a Leonardo da Vinci, all’insegna dello slogan “The sound of beauty”, sul palco di 600 metri quadrati, l’ESC è una giostra di musica...

In evidenza

I Maneskin fanno il test antidroga e dimostrano di essere puliti e vincenti, anche se fanno i duri: una metafora degli italiani

Culture

I Måneskin proveranno a portare in Italia un trofeo che manca dagli anni’90