Ieri due Conte in scena. Uno di sinistra col Pd, uno per niente

Ieri due Conte in scena. Uno di sinistra col Pd, uno per niente

Duplice veste per scenari distinti, l’ex premier prova a prendere le redini del Movimento

Tempo di lettura stimato < 1 minuto

Ieri due Conte in scena. Uno di sinistra col Pd, uno per niente
Il Conte bis: ieri due versioni dello stesso Giuseppe Conte in una serata sola.

Alle 19 l’ex premier partecipa a una tavola rotonda con il guru dem Goffredo Bettini ed Enrico Letta, al quale dichiara la necessaria collocazione a sinistra del Movimento.

“Il progressismo è la nostra cifra”, dice. E giù dichiarazioni d’amore per la lealtà del centrosinistra. Poi rimette la pochette e va a incontrare i gruppi parlamentari.

Le parole d’ordine cambiano. “Sinistra? No, noi dobbiamo essere trasversali”, corregge il tiro. E rilancia: “Sede fisiche, quella centrale a Roma e nel nuovo statuto ci saranno articolazioni territoriali”. Nel corso del dibattito c’è stato anche chi ha posto il problema del rischio scissione, facendo riferimento alla possibilità che alcuni portavoce possano decidere di lasciare il Movimento.

Ma nessuna ‘minaccia’, assicura chi ha seguito l’incontro, solo una constatazione di quello che potrebbe accadere in un momento di stasi e attesa come quello che vive il M5S.

Anche se il capo politico reggente, Vito Crimi, ha provato a portare l’attenzione su altri argomenti, pensando al fatto che, tra i tanti punti toccati, quello del ‘rischio scissione’ potrebbe essere quello a trovare più spazio all’esterno. In particolare sui media. Conte ha aperto al triplo mandato, al 2 per mille sulla dichiarazione dei redditi, preannunciato un accordo in vista con Casaleggio. Un appeasement per una separazione consensuale.

E poi ha aperto a nuovi dossier, come quello del Ponte sullo Stretto.  “Dobbiamo evitare di affrontare questo tema con una certa superficialità, a volte approfondendo alcuni dossier sono venute fuori valutazioni che prima non avevamo preso in considerazione”
Ieri due Conte in scena. Uno di sinistra col Pd, uno per niente

Shortlink:https://bit.ly/3u5EFrX 

TAGS