Connect with us

Hi, what are you looking for?

Innovazione

I giovani protagonisti di U-Report Italia

Unicef lancia la piattaforma di sondaggi online per gli adolescenti

I giovani protagonisti di U-Report Italia

I giovani protagonisti di U-Report Italia
L’Unicef festeggia i trent’anni dalla ratifica della Convenzione sui Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia, lanciando in Italia U-Report Italia, una piattaforma digitale che nel mondo conta quattordici milioni di utenti (chiamati U-Reporters) da settantasei paesi. La piattaforma U-Report favorisce la partecipazione, l’inclusione sociale e l’empowerment dei giovani tra i 14 e i 30 anni, in ogni paese in cui è attiva, su tematiche di loro interesse, attraverso sondaggi online.

U-Report Italia è stata lanciata con un evento in streaming “Ascolto e partecipazione delle ragazze e dei ragazzi a trent’anni dalla ratifica italiana della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza” a cui hanno preso parte la Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti, l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza Carla Garlatti, la Presidente della Commissione parlamentare infanzia e adolescenza Licia Ronzulli e per l’Unicef la Presidente del Comitato Italiano Carmela Pace, il Direttore generale Paolo Rozera, la Coordinatrice Unicef per il programma di risposta in Italia Anna Riatti, la U-Reporter e volontaria del movimento Younicef Virginia Barchiesi.

Nello stesso giorno in cui si commemorano i trent’anni dalla ratifica della Convenzione sui Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, il ministro Bonetti ha firmato “per la trasmissione istituzionale del nuovo piano nazionale che è stato approvato dall’osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza per l’iter di approvazione istituzionale che passerà in Parlamento e in Consiglio dei ministri e quindi dovrà essere approvato dal Presidente della Repubblica“.

“Questo piano presenta una novità importante- ha continuato- che abbiamo voluto fortemente e riteniamo debba diventare strutturalmente prevista che è quella di essere stato co-progettato con i ragazzi attraverso questionari e focus group. Questa è una delle indicazioni previste “anche dalla Convenzione e dalle raccomandazioni che le Nazioni Unite hanno fatto al nostro Paese.

Partendo da un principio che per noi è primario che è quello di considerare pienamente la dimensione dell’infanzia e dell’adolescenza come una dimensione di umanità compiuta e non semplicemente come una fase di attesa prima di diventare adulti e vedersi riconosciuti diritti e doveri. Nello spirito della Convenzione le istituzioni devono guardare ai bambini e alle bambine, ai ragazzi e alle ragazze come soggetti protagonisti di un’esperienza di cittadinanza, già oggi, che va tutelata a cui vanno riconosciuti e garantiti i diritti, ma che va anche coinvolta in un processo di relazione positiva nella società perchè capaci di portare un contributo al bene comune

La piattaforma, in Italia, è stata inaugurata lanciando un sondaggio sui diritti dei bambini e degli adolescenti. Avviata per la prima volta nel 2011 in Uganda, la piattaforma U-Report ha scambiato oltre 1 miliardo di messaggi con gli U-Reporters, ricevendo 140 milioni di messaggi; durante la pandemia oltre 6 milioni di persone in 50 paesi hanno ricevuto messaggi salvavita; oltre 10.000 rifugiati e migranti dal Venezuela stanno ricevendo informazioni sui servizi disponibili per loro nei paesi che li ospitano e oltre 200.000 giovani stanno dando il proprio contributo per la realizzazione del nuovo Piano Strategico dell’Unicef.

“Oggi, più che mai dobbiamo ascoltare i nostri ragazzi e ragazze, metterli al centro delle nostre priorità, dare degli strumenti utili per esprimere le loro opinioni, favorendo l’inclusione sociale e l’empowerment delle nuove generazioni. Per questo, mentre celebriamo i trent’anni della ratifica della Convezione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza del nostro paese, invitiamo i giovani a iscriversi a U-Report Italia per poter esprimere la propria opinione ed essere protagonisti attivi delle nostre società” – ha dichiarato Carmela Pace, Presidente dell’Unicef Italia.
I giovani protagonisti di U-Report Italia

Shortlink:  https://bit.ly/3yMfy00

Articoli Correlati

Economia

I risultati saranno raccolti dalla Presidenza e portati all’attenzione dei leader del G20

In evidenza

A Roma il Summit W20 e la richiesta di più potere alle donne

In evidenza

La ministra interviene sul piano di investimenti per la Famiglia e Pari opportunità

In evidenza

Forum Pa 2021, dal 21 giugno al via più grande evento digitale su innovazione Paese