Connect with us

Hi, what are you looking for?

In evidenza

Fondazione Toffa e ‘Cura sono io’: al via progetto sportello oncologico

Grazie allo sportello, i malati avranno accesso a numerosi servizi utili

Fondazione Toffa e 'Cura sono io': al via progetto sportello oncologico
Tempo di lettura stimato 3 minuti

Fondazione Toffa e ‘Cura sono io’: al via progetto sportello oncologico
“Fondazione Nadia Toffa e l’associazione scaligera ‘La Cura Sono io‘ hanno scelto di affrontare il cammino insieme e di unire le forze per la creazione di una rete a sostegno delle DONNE colpite dal cancro e di importanti progetti di prevenzione, assistenza ed educazione alla salute.

Primo tra tutti, lo ‘Sportello Oncologico Digitale La Cura Sono Io’, un progetto pilota di rilevanza nazionale, pensato per fornire un aiuto concreto e gratuito ai pazienti oncologici, nato da un’idea di Maria Teresa Ferrari, fondatrice e presidente dell’associazione ‘La Cura Sono Io’ e vincitrice, nel 2017, del premio Victoria istituito dalla rivista ’27esimaora'”, si legge nella nota congiunta diffusa dalla Fondazione e dall’Associazione.

“L’idea dello sportello è nata durante la pandemia, quando per molti malati è diventato ancora più difficile e complesso gestire la propria quotidianità- dichiara Maria Teresa Ferrari- Da lì, la volontà di dare vita ad un progetto per agevolare soprattutto le donne, ma non solo, ad accedere a quei servizi che diventano essenziali dopo una diagnosi oncologica, che vanno dalla parrucchiera all’estetista, ma anche supporto per avere informazioni sanitarie e partecipare ad iniziative culturali”.

“L’obiettivo- prosegue il comunicato- è aiutare il malato e i suoi familiari nel momento in cui si trovano ad affrontare un cancro, malattia che provoca un profondo senso di incertezza e di impotenza. Un’esperienza che investe tutte le dimensioni dell’esistenza: psicologica, fisica, umana, spirituale.

Grazie allo sportello, i malati avranno accesso a numerosi servizi utili, potranno prenotare in tempo reale la parrucchiera e l’estetista oncologica, partecipare ad incontri di meditazione, benessere, presentazioni di libri, ricevere informazioni in ambito sanitario e sul tema della prevezione”.

“Realizzato con il patrocinio del Comune di Verona,- si legge ancora- Assessorato alle Pari Opportunità, ULSS 9 Scaligera, AOUI Verona, AMMI Verona, lo Sportello Oncologico Digitale si rivolge soprattutto alle donne con tumore al seno, ma i servizi offerti sono usufruibili anche da altri malati oncologici.

Grazie alla sinergia instaurata con le due aziende sanitarie, ULSS 9 Scaligera e all’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata (AOUI) di Verona, e alle rispettive Breast Unit, garantirà la presenza e il sostegno anche per quanto riguarda quelle attività, extra ospedaliere, utili nel percorso della cura. Il progetto è sostenuto dalla Fondazione Nadia Toffa, fondata e presieduta da Margherita Toffa, madre di Nadia, amata giornalista e conduttrice televisiva scomparsa nel 2019″.

“Con la collaborazione tra la nostra Fondazione e ‘La Cura sono Io’, realizziamo un desiderio cui Nadia teneva tantissimo: creare una rete di donne per aiutare chi ha bisogno di cure- dichiara Margherita Toffa- Nadia si è sempre battuta per dare un aiuto concreto a chi ne ha bisogno e ai soggetti che operano tutti i giorni per migliorare la salute e la vita delle persone più deboli e indifese.

Le donne non mollano mai e quando collaborano assieme sono ancora più forti”. “È una sinergia che nasce per continuare a ‘progettare bellezza, nonostante’, per sostenere e promuovere a livello nazionale l’educazione alla salute e alla cura di sé attraverso progetti di prevenzione e assistenza e per aiutare le donne ad affrontare la malattia con coraggio e speranza.

Perché, com’era solita dire Nadia, che aveva fatto della lotta contro il cancro un inno alla vita, ‘bisogna coltivarne tanto di coraggio, così tanto da spaventare la paura'”, afferma Ferrari. “Lo Sportello- precisa la nota- è accessibile dal sito lacurasonoio.it. e dal sito dell’ULSS 9 Scaligera di Verona, ed è per ora rivolto ai pazienti di Verona e Provincia, ma è già in lavorazione una APP, che verrà lanciata a breve, e che renderà i servizi accessibili a tutti i malati d’Italia”.

“La APP che stiamo progettando sarà di pronta e facile lettura, realizzata con un’interfaccia semplice, per facilitarne l’utilizzo e l’immissione di foto e dati- precisa Maria Teresa Ferrari- Tra le sue funzioni avrà anche il programma ‘Il Mio Diario’ tramite cui il paziente e i suoi familiari potranno archiviare giorno per giorno un resoconto dei sintomi, dei farmaci assunti, degli alimenti e altri dati utili da tenere sempre a portata di mano”.

“Il progetto dello Sportello Oncologico Digitale ‘La Cura Sono Io’ è reso possibile grazie al contributo della Fondazione Apollinare & Cesira Veronesi, dall’AGSM AIM, Rotary International col sostegno della Fondazione Comunità Veronese e della Fondazione Cattolica, vicina all’associazione di promozione sociale scaligera fin dalla sua nascita”, conclude la nota.
Fondazione Toffa e ‘Cura sono io’: al via progetto sportello oncologico

Shortlink: https://bit.ly/3lJp2EC

You May Also Like

In evidenza

L’ammiraglio, già capo di stato maggiore della Marina Militare dal 2013 al 2016: “Con Draghi l’Italia è rientrata in gioco soprattutto a livello diplomatico,...

In evidenza

L'esperta giurista a L'Argomento: “Col covid bisogna convivere, al ministro Bianchi va la nostra gratitudine: dietro le violenze a Milano c'è anche la scuola...

Politica

L'intervento dell'ex deputato cattolico Domenico Menorello, Osservatorio parlamentare “Vera lex?”

In evidenza

L'analisi: per la coalizione il possibile passo indietro del Cav. è l'esame di maturità definitivo. Nel mezzo il sommovimenti centristi che, piacciano o meno,...