Dirigenti pubblici intrappolati dalla legge

Dirigenti pubblici intrappolati dalla legge

Un convegno oggi all’Università Europea di Roma per aprire gli occhi sulle trappole per i decisori pubblici

Tempo di lettura stimato 2 minuti

Dirigenti pubblici intrappolati dalla legge
Arriva il Pnrr con il suo carico di progetti, timeline, bandi e ordinanze esecutive. Ma chi li traduce in pratica, e a che prezzo? Chi prenderà le responsabilità necessarie per rispettare i tempi previsti dagli investimenti finanziati? Il dubbio è lecito in un sistema che vede praticamente tutti i sindaci dei capoluoghi di provincia raggiunti da almeno un avviso di garanzia per abuso d’ufficio su atti inerenti il mandato.

Troppo spesso coinvolti in procedimenti che vanno dall’amministrativo al penale, e che non di rado lambiscono la responsabilità civile dei dirigenti pubblici e degli amministratori eletti, ecco che delibere, determine e procedure subiscono il rallenty dell’incertezza normativa.

Il “contrasto alla paura della firma”, invocato dallo stesso premier Mario Draghi, non trova ad oggi applicazione. E con i fondi dei progetti previsti dal Recovery plan non si scherza: l’Europa riprenderà quelli spesi tardi o non spesi. Sul tema interviene il Procuratore generale della Corte dei Conti, Angelo Canale: “E’ necessario che il quadro nazionale normativo che disciplina l’uso delle risorse del Pnrr sia allineato al quadro normativo europeo. Non avrei voluto sentire parlare di paura della firma, spero non sia un alibi.

Questo si contrasta fornendo un quadro normativo chiaro e agile e adeguata formazione, perché il funzionario ha paura di ciò che fa, non delle conseguenze in termini di responsabilità”.

Tuttavia da parte dei sindacati dei dirigenti pubblici le perplessità rimangono e non sono rari i casi in cui si richiede la copertura di una polizza assicurativa a tutela legale, prima di accettare un incarico dirigenziale.

Oggi sarà lo stesso Procuratore generale della Corte dei Conti, Canale, a parlarne alle 15 presso l’Università Europea di Roma insieme con il professor Giuseppe Valditara, ordinario di Diritto romano, già Senatore; il giudice Maurizio Grigo; l’ordinario di Diritto pubblico Mario Comba; il prof. Nicola Pisani, docente di diritto penale ed il prof. Carmelo Leotta, Associato di diritto penale presso la stessa Uer. Conclude l’incontro la professoressa Loredana Giani Maguire, Ordinaria di diritto amministrativo presso lo stesso ateneo.
Dirigenti pubblici intrappolati dalla legge

Shortlink: https://bit.ly/3EvEGel

TAGS