Connect with us

Hi, what are you looking for?

Politica

Defibrillatori in ambienti extra-ospedalieri

Dopo tre governi il ddl è quasi legge. Così si salvano vite umane

Defibrillatori in ambienti extra-ospedalieri

Defibrillatori in ambienti extra-ospedalieri
Dare un’accelerata sarebbe ora doveroso, almeno per l’importanza dell’oggetto. “Dopo tre governi, con l’ok al Senato il ddl defibrillatori vede finalmente la luce in fondo al tunnel, sebbene dovrà passare nuovamente alla Camera dopo le integrazioni richieste dal ministero dell’Economia e delle finanze”. A dirlo è la deputata Leda Volpi, prima firmataria della ddl di maggioranza dalla quale nacque il testo unico votato a Palazzo Madama.

“Spero davvero – riprende – che ‘l’ultimo miglio’ sia veloce perchè questa legge è fondamentale: diffondere l’uso dei defibrillatori, infatti, permetterebbe di salvare tante vite umane in ambiente extra-ospedaliero.

La possibilità che tutti possano intervenire in una situazione di pericolo, guidati telefonicamente dagli operatori del 118, è merito della tecnologia.

E i cardiologi sono concordi: i defibrillatori di ultima generazione possono essere usati da tutti senza rischio alcuno per la salute”. In Italia, spiega ancora la deputata “si verificano 60.000 morti all’anno per arresto cardiaco e l’incidenza è stata addirittura raddoppiata durante i mesi della pandemia.

Favorire la diffusione dei defibrillatori sul territorio, soprattutto negli ambienti ad alta frequentazione, permetterebbe di salvare fino al 40% delle vite. Non si può e non si deve perdere tempo!”
Defibrillatori in ambienti extra-ospedalieri

Shortlink:  https://bit.ly/3fr5WjB

Articoli Correlati

Culture

Un libro appena uscito raccoglie ventisei schede biografiche di donne sindaco dal 1946 ad oggi

Sostenibilità

Omicidio colposo e lesioni colpose legate al covid saranno puniti solo nei casi di colpa grave

In evidenza

Partite le campagne elettorali, i leader si lanciano in schermaglie che avranno senso tra due anni