Covid: vaccinare i bambini dai 12 anni. La scoperta israeliana

Covid: vaccinare i bambini dai 12 anni. La scoperta israeliana

Secondo gli scienziati israeliani dell’associazione pediatrica è importante abbassare l’età dei vaccinati

Tempo di lettura stimato < 1 minuto

Covid: vaccinare i bambini dai 12 anni. La scoperta israeliana
L’Associazione dei pediatri israeliani ha raccomandato di iniziare a vaccinare tutti i bambini di età compresa tra i 12 ei 15 anni nel paese contro il Covid-19, secondo il Ministero della Salute.

Finora, Israele ha vaccinato con il vaccino Pfizer più di 5,33 milioni di persone, ovvero il 57,1% della popolazione totale di quasi 9,33 milioni.

La campagna di vaccinazione in Israele è iniziata il 20 dicembre 2020 e si è occupato nella prima fase del personale medico, le persone di età superiore ai 65 anni e i pazienti cronici. Da allora, l’età di ammissibilità al vaccino è stata gradualmente abbassata e attualmente le persone di età pari o superiore a 16 anni possono ricevere il vaccino.

I pediatri hanno affermato che i bambini hanno una parte crescente nella diffusione del virus e un gran numero di bambini infettati dal virus soffre di sintomi a lungo termine, come debolezza, mal di testa e minore concentrazione.

Un altro motivo che hanno menzionato per la vaccinazione dei bambini è il significativo danno psicosociale che può essere causato ai bambini a causa della chiusura del sistema educativo nazionale durante la pandemia.
Covid: vaccinare i bambini dai 12 anni. La scoperta israeliana

Shortlink:https://bit.ly/2OKiisq

TAGS