Connect with us

Hi, what are you looking for?

Salute

Covid, Ricciardi: “Senza protezioni al chiuso si rischia una nuova…

WALTER RICCIARDI
Tempo di lettura stimato < 1 minuto

ROMA  – “Se si allentasse tutto contemporaneamente, in un momento come questo in cui la curva dà segnali di ripartenza, sarebbe un errore gravissimo”. Così, in un’intervista a la Repubblica, il consulente del ministero alla Salute, Walter Ricciardi, secondo cui si rischierebbe una ripresa dei contagi con un’ondata in estate, per questo le mascherine al chiuso “devono restare, così come anche il certificato verde. Le attività al chiuso in questo momento fungono da moltiplicatori del virus.
Bisogna fare molta attenzione perché il contagio si trasmette soprattutto in questi ambienti”.
“Non è che se gli altri sbagliano dobbiamo farlo anche noi – aggiunge paragonando le decisioni in Italia al resto d’Europa -.
Purtroppo c’è chi sta facendo grossi errori, a partire dal Regno Unito che dal 24 febbraio ha tolto tutte le precauzioni e ora si ritrova con un’impennata di ricoveri e oltre 100 mila casi al giorno. In Germania, il ministro alla Salute alla fine ha preso atto dell’inversione della curva dei contagi ma si tratta di uno Stato federale: mentre alcuni Lander hanno interrotto le riaperture, altri non lo hanno fatto”.
“Le vaccinazioni – sottolinea – si sono fermate, l’attenzione della gente è calata, c’è stata una tendenza al liberi tutti.
Atteggiamenti che hanno determinato una vulnerabilità, che come conseguenza ha portato i casi a risalire. Ecco, questo ci dice che adesso va bene allentare solo all’aperto. Al chiuso si devono tenere in piedi le varie misure di precauzione”. “Se allentiamo troppo corriamo il rischio di un’ondata importante tra giugno e luglio – sottolinea -. A provocarla sarà Omicron 2, che sta prendendo il sopravvento con la sua grande contagiosità. Non si tratta però di una tendenza ineluttabile, possiamo ancora invertire la rotta”.
(ITALPRESS).
vbo/r
17-Mar-22 08:42

Articoli Correlati