Connect with us

Hi, what are you looking for?

In evidenza

Copasir in stallo: Volpi non molla, Fdi chiama Mattarella

Giorgia Meloni rivendica per Fratelli d’Italia la guida del comitato di controllo sui servizi. È scontro con la Lega.

Copasir in stallo: Volpi non molla, Fdi chiama Mattarella
La farò breve, perché la vicenda è semplice anche se qualcuno prova a farne un polverone.

Il Copasir, il comitato parlamentare dei Servizi segreti, è l’organismo che per prassi ha al suo vertice un membro designato dall’opposizione; oggi il Presidente è l’onorevole Volpi, della Lega.

È stato nominato quando la Lega è passata all’opposizione del Conte bis.

Oggi che la Lega è di nuovo in maggioranza, il suo scranno potrebbe essere occupato da un esponente di Fratelli d’Italia, che infatti lo rivendica.

A vuoto: il presidente attuale non convoca la riunione del Copasir, così non è costretto a dare le dimissioni e a cedere il testimone. Della questione sono stati investiti i due presidenti delle Camere, che però rispondono picche.

“I Presidenti del Senato e della Camera, Casellati e Fico, hanno inviato una lettera al Presidente del Copasir, on. Volpi, con la quale hanno comunicato gli esiti delle loro comuni valutazioni rispetto alla composizione del Comitato e alla sua Presidenza, il cui assetto, a seguito della formazione dell’ampia maggioranza parlamentare di sostegno al Governo Draghi, non corrisponde più alle previsioni recate dalla legge n. 124 del 2007.

Nella lettera i Presidenti spiegano le ragioni giuridiche in base alle quali non possono mettere in atto alcun intervento di carattere autoritativo sul Comitato. Non possono infatti né imporre dimissioni, né revocare i componenti, né sciogliere o dichiarare l’organo decaduto”. È quanto si legge in una nota congiunta dei presidenti di Senato e Camera.

Fratelli d’Italia non l’ha presa benissimo: “Lascia francamente scandalizzati la decisione dei presidenti di Camera e Senato di rimandare ad ‘accordi politici’ ciò che entrambi sanno essere previsto dalla legge, tanto che lo confermano esplicitamente, e che loro – secondo il principio di autodichia – sarebbero tenuti a far rispettare.

Seppure non abbiano poteri ‘autoritativi’, come scrivono, infatti, permane il loro potere di indirizzo”, dichiarano in una nota congiunta i capigruppo di Fratelli d’Italia alla Camera e al Senato, Francesco Lollobrigida e Luca Ciriani, sentito il presidente Giorgia Meloni.
Copasir in stallo: Volpi non molla, Fdi chiama Mattarella

Shortlink: https://bit.ly/3wwSMYJ

Articoli Correlati

Politica

Qualunque sia l’uscita dalla crisi, sia che si ritrovi una ricomposizione intorno al nome di Draghi, sia che si vada ad elezioni anticipate, due...

Politica

Il Presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, grande amico e confidente di Silvio Berlusconi, in un’intervista al Corriere della Sera, racconta tra le altre la...

Politica

Intervista al senatore di Fratelli d'Italia: "Meglio votare ad ottobre. M5s inaffidabili"

Economia

Pillole anti ideologie per andare oltre i veti italici e provare a costruire una vera alternativa al fossile