Concorsi truccati: ipotesi associazione a delinquere per Galli

Concorsi truccati: ipotesi associazione a delinquere per Galli

Sospetti su una serie concorsi universitari di medicina ritenuti truccati all'Università degli Studi di Milano nel 2020

Tempo di lettura stimato < 1 minuto

Concorsi truccati: ipotesi associazione a delinquere per Galli
Il filone d’indagine sui presunti concorsi truccati che coinvolge l’infettivologo Massimo Galli nasce dalla denuncia di alcuni studenti nel marzo del 2018. I ragazzi raccontarono agli inquirenti che una persona li aveva avvicinati chiedendogli dei soldi per superare il test di sbarramento per accedere alla Facoltà di Odontoiatria alla Statale.

Lo riferiscono fonti investigative all’AGI. Da lì, poi, sono scaturiti degli accertamenti che hanno portato anche alla tranche d’inchiesta sui concorsi ‘sospetti’ che è va avanti da un anno e mezzo.

La reazione di Crisanti

“Non posso commentare le indagini e la vicenda, perchè non conosco il concorso e le persone coinvolte, ma ho una grande stima professionale di Massimo Galli.

É una persona di grande integrità, come ho potuto constatare di persona, e la mia opinione su di lui non cambia”: così Andrea Crisanti, direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell’universita’ di Padova, commenta all’ANSA le notizie circa l’inchiesta della procura di Milano.

“Spesso gli elementi d’accusa emersi in fase di indagini preliminari – conclude Crisanti – vengono poi smentiti in fase dibattimentale. Posso solo dire che la mia stima per Galli rimane intatta”.
Concorsi truccati: ipotesi associazione a delinquere per Galli

Shortlink: https://bit.ly/3mpP3YM

TAGS