Connect with us

Hi, what are you looking for?

Innovazione

Che succede se l’uomo più ricco del mondo compra la libertà di twittare?

Musk al vertice di Twitter anche per controbilanciare il player Meta, che è diventato dominante con WhatsApp, Facebook e Instagram

Tempo di lettura stimato 2 minuti

Le azioni di Twitter sono aumentate di quasi il 6% dopo l’annuncio della scalata del miliardario Elon Musk. Il capo di Tesla darà ad ogni azionista 54,20 dollari in contanti per ogni azione di Twitter che possiedono, segnando così un premio del 38% rispetto al prezzo pre offerta. Di fatto si apre ad un riequilibrio generale con Meta nel mirino, ma non senza critiche.

L’accordo

“La libertà di parola è la base di una democrazia funzionante e Twitter è la piazza della città digitale in cui si dibattono questioni vitali per il futuro dell’umanità – ha affermato Musk – Twitter ha un enorme potenziale: non vedo l’ora di lavorare con l’azienda e la comunità di utenti per sbloccarlo”. Il presidente del consiglio indipendente di Twitter Bret Taylor ha detto che il Twitter Board ha condotto un processo ponderato e completo per valutare la proposta “concentrandosi deliberatamente su valore, certezza e finanziamento, l’accordo è il miglior percorso da seguire per gli azionisti di Twitter”.

Non è ancora chiaro chi guiderà l’azienda come Ceo e se in qualche modo verrà tagliato il livello occupazionale: due temi significativi. Attualmente Musk è Ceo di Tesla, oltre che possedere le sue start-up Neuralink e The Boring Company.

Sfide

Analizzando il panorama generale, spicca che il gruppo Facebook Meta è diventato oggettivamente dominante visto e considerato che con WhatsApp, Facebook e Instagram ha accesso e controllo a piattaforme primarie, ben più performanti di TikTok. Forse per questa ragione Twitter con Musk in sella può potenzialmente mutare gli equilibri.

Circola la possibilità di una trasformazione per la retribuzione dei dipendenti: out premi e sovvenzioni, sostituiti da azioni. Quindi l’operazione per gli azionisti è già un successo, mentre per i suoi dipendenti ancora non è dato saperlo.

Critiche

Non sono mancate critiche a questa acquisizione. Secondo la National Urban League, il consiglio di amministrazione di Twitter dovrebbe consultarsi con la comunità dei diritti civili prima di prendere una decisione visto che Twitter ha bisogno di “protezioni e salvaguardie chiave” per evitare attività preoccupanti. In una lettera a Musk, il presidente della Nul, Marc Morial, ha osservato che “Senza protezioni e salvaguardie chiave, è probabile che gran parte delle attività preoccupanti che vediamo su Twitter, inclusa la propaganda dei suprematisti bianchi, l’odio razziale e religioso, la repressione degli elettori attraverso la disinformazione elettorale, il pregiudizio algoritmico e la discriminazione, e l’irrigidimento del nostro discorso nazionale, proliferano sotto la proprietà di Musk”.

@L_Argomento

(Foto: Musk twitter profile)

Articoli Correlati

Internazionale

Intanto Biden ripristina l'Indo-Pacific Economic Framework (IPEF) dopo che 5 anni fa Trump si era ritirato da quel partenariato

Internazionale

Gli americani nella cabina elettorale guardano prima alle problematiche interne e, solo dopo, alle crisi internazionali. Come dire che la questione del latte conterà...

Internazionale

Anche se la decisione è dettata dalle perdite subite e dal fallimento della guerra lampo, la dottrina Draghi-Macron impone di pensare già al dopo

Politica

L'informativa del premier in Parlamento da un lato chiude le polemiche di chi ha sollevato dubbi sulla posizione italiana e dall'altro offre quella visione...