Connect with us

Hi, what are you looking for?

In evidenza

Cambio al vertice del Mossad: occhio all’Iran

Ultima dichiarazione del direttore uscente del Mossad, fare di piu’ contro regime di Teheran

Cambio al vertice del Mossad: occhio all’Iran

Cambio al vertice del Mossad: occhio all’Iran
“Dobbiamo aumentare le attività contro il regime iraniano”, lo ha detto il capo uscente del Mossad, Yossi Cohen, citato dal Jerusalem Post. Israele deve “combatterlo e le sue azioni ad oltranza, fino a quando non capirà che ogni volta che oltrepassa una linea gli costerà un danno enorme”, ha aggiunto. Cohen ha tenuto il suo discorso durante una cerimonia in cui gli è stato conferito un dottorato onorario dalla Bar-Ilan University.

Nel frattempo in Iran la Compagnia nazionale iraniana per le perforazioni (Nidc) ha completato la perforazione di 17 pozzi di petrolio e gas naturale: non si tratta di energia nucleare ma di un rafforzamento energetico complessivo.

Ne ha parlato il direttore della pianificazione presso la Nidc, Babak Zanganeh, citato dal quotidiano iraniano “Tehran Times”. Dei pozzi in questione, secondo Zanganeh, 15 sono stati perforati nella zona operativa della Compagnia petrolifera nazionale iraniana del Sud (Nisoc), mentre i due rimanenti sono stati perforati nell’area di competenza della Compagnia petrolifera nazionale iraniana offshore (Iooc).

La Nidc possiede 70 trivelle leggere, pesanti e super-pesanti, 67 delle quali onshore e tre delle quali offshore, ha detto Zanganeh. Secondo il direttore del dipartimento Operazioni speciali della Nidc, Ali Daqayeqi, durante lo scorso anno iraniano la compagnia ha perforato in tutto 10.182 metri di pozzi di gas e petrolio in tutto il Paese.
Cambio al vertice del Mossad: occhio all’Iran

Shortlink:  https://bit.ly/3i5cUwg

Articoli Correlati