Connect with us

Hi, what are you looking for?

In evidenza

Blitz Draghi al Dis, via Vecchione, arriva Belloni

Esultano Lega-Italia Viva, critico M5S. Sequi segretario generale Esteri

Blitz Draghi al Dis, via Vecchione, arriva Belloni

Blitz Draghi al Dis, via Vecchione, arriva Belloni
Con un blitz improvviso il premier Mario Draghi cambia il direttore del Dis, Gennaro Vecchione, che sarebbe scaduto nel 2022 e proroga il direttore dell’Aisi, Mario Parente, che avrebbe invece concluso il suo mandato – gia’ prorogato due volte – a giugno. Al Dis arriva l’ambasciatore Elisabetta Belloni, prima donna alla guida di una struttura dell’intelligence.

A sostituirla come nuovo segretario generale della Farnesina è l’ambasciatore Ettore Sequi, attuale capo di gabinetto del ministro Luigi Di Maio.

Esultano Lega e Iv per la sostituzione di Vecchione, uomo dell’ex premier Giuseppe Conte. Trapela irritazione, invece, in casa Cinquestelle. A questo punto potrebbe essere vicina la fine dello stallo al Copasir, con le dimissioni del presidente leghista Raffaele Volpi per far posto all’unico esponente dell’opposizione, Adolfo Urso (An). Rivoluzione, dunque, al Dis, l’organismo che coordina le agenzie operative, Aise ed Aisi.

Al Dipartimento era attesa una nomina, ma di un vice, dopo che il generale Carmine Masiello ha ricevuto l’incarico di sottocapo di Stato Maggiore della Difesa. Draghi invece, in accordo con l’autorità delegata all’intelligence, il sottosegretario Franco Gabrielli, ha congedato Vecchione, generale proveniente dalla Guardia di finanza, sul quale Conte aveva fatto molto affidamento quando, da premier, aveva mantenuto per sé le deleghe ai servizi. Vecchione, peraltro – si apprende – sarebbe stato all’oscuro del disegno del premier, non essendo neanche stato convocato alla riunione del Comitato interministeriale per la sicurezza della Repubblica (Cisr) che nel pomeriggio ha deciso le nomine. Il ribaltone avviene il giorno dopo l’audizione dello stesso Vecchione al Copasir, dove era stato chiamato a chiarimenti sull’incontro fuori da un autogrill tra il leader di Iv Matteo Renzi ed il capocentro del Dis, Marco Mancini, fatto emergere dal programma Report.

Veleni cui toccherà ora a Elisabetta Belloni porre un freno, forte della sua lunga esperienza da segretario generale della Farnesina. In precedenza un altro ambasciatore, Giampiero Massolo, aveva diretto il Dis.

Elisabetta Belloni, classe 1958, ha frequentato a Roma il ‘Massimo’, lo stesso liceo dei Gesuiti di Draghi. Apprezzata per l’impegno ed il rigore, si è fatta conoscere da capo dell’Unità di Crisi quando nel 2004 ha affrontato la tragedia dello tsunami nel sudest asiatico con migliaia di turisti italiani in zona e in seguito i casi dei sequestrati in Iraq e Afghanistan.

Il primo a commentare è il leader della Lega Matteo Salvini, che la definisce “donna di valore”, mentre fonti leghiste gongolano per quello che chiamano l’ennesimo segnale di discontinuità rispetto alle scelte di Conte e dei 5Stelle. Celebra la “discontinuità” anche Matteo Renzi. Il capo politico M5S, Vito Crimi, invece, fa gli auguri a Belloni ma sottolinea che il cambio “avviene in un periodo delicato e di tensioni rispetto al ruolo della presidenza del Copasir”, auspicando il rispetto della legge che assegna all’opposizione la guida del Comitato.

Volpi, da parte sua, rivolge i complimenti a Belloni: “la vasta esperienza professionale ed il profilo umano – spiega – sono doti che consentiranno un contributo saldo e costante alla sicurezza nazionale”.
Blitz Draghi al Dis, via Vecchione, arriva Belloni

Shortlink: https://bit.ly/3ygeHob

Articoli Correlati

Politica

L'unica certezza al momento è che scatterà (finalmente) un seggio per l'ex premier ed anche uno per Casalino

Politica

Da domani Stefano Bonaccini lavorerà per diventare segretario dem e Giulio Tremonti potrebbe iniziare a scrivere la finanziaria da presentare in ottobre

Politica

Il suo richiamo all'ordine: “Partiti e parlamentari, siete pronti a ricostruire questo patto di unità nazionale?”

Economia

La proposta di Draghi: cosa significa il tetto, quanto ci conviene e cosa hanno detto gli altri partners dell'Ue