Connect with us

Hi, what are you looking for?

Sostenibilità

Barilla vuol dire anche cura dell’ambiente

La Fondazione avvicina i giovani al cibo mediante un videogioco

Barilla vuol dire anche cura dell’ambiente

Barilla vuol dire anche cura dell’ambiente
Promuovere la #generationrestoration è uno degli obiettivi più ambizioni della Fondazione Barilla. Avvicinarsi ai giovani e soprattutto avvicinare i giovani alla cultura del cibo, imparando a conoscere tutto ciò che ruota attorno ad esso è il modo migliore per preservare l’ambiente.

Come farlo? Con “We, the Food, the Planet”, il videogioco educativo, disponibile in lingua italiana ed inglese, nato per introdurre concetti fondamentali su cibo, alimentazione e sostenibilità, la cui comprensione è indispensabile per capire quanto il contributo di tutti sia necessario per salvare il Pianeta. Ancora pochi conoscono il nesso che collega la produzione di cibo al clima. Secondo una recente indagine di Fondazione Barilla, in Italia solo 1 giovane su 3, tra chi conosce la sostenibilità, pensa che il benessere del Pianeta dipenda anche da cosa mettiamo nel piatto .

“Se vogliamo raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU, dobbiamo proseguire sulla strada di una transizione ecologica capace di mettere a sistema l’alimentazione, la salute e la tutela dell’ambiente. In questo percorso, un ruolo centrale spetterà all’istruzione. Educare le nuove generazioni significa fornire gli strumenti per imparare a guardare il mondo in modo olistico, contribuendo alla promozione di stili di vita sani e sostenibili in società che siano più eque e prosperose.

Ma per poterli coinvolgere, abbiamo bisogno di intercettare il loro linguaggio. Ecco perché abbiamo deciso di creare uno strumento che ben conoscono, una “chat” virtuale. Dall’altra parte, però non avremo un amico qualunque, ma il nostro Pianeta che, attraverso l’espediente ludico, aiuterà a comprendere le problematiche globali legate al cibo per poi avviare un percorso di consapevolezza sul ruolo di ciascuno di noi quale attore del cambiamento” – ha dichiarato Alessio Mennecozzi, Project and Communication Manager di Fondazione Barilla.

Un simpatico videogioco pensato per giovani ma adatto anche ai più grandi. Quiz a risposta multipla e giochi interattivi aiuteranno ad analizzare il cibo, comprendendone le problematiche globali, per poi accompagnare gli utenti in un vero e proprio giro del mondo gastronomico.

Grazie alla Doppia Piramide della Salute e del Clima si potrà scoprire come ogni cultura offra la possibilità di seguire un modello alimentare sano e rispettoso del clima: dati una serie di alimenti della tradizione gastronomica di sette regioni del mondo, quale sarà il loro impatto sulla salute dell’uomo e dell’ambiente? L’esperienza continua con la sezione dedicata a ciò che mangiamo ogni giorno.

Arrivati alla sezione finale riceveremo uno Scontrino Virtuale tramite il quale sarà possibile scoprire quanto siamo sostenibili a tavola. Componendo il proprio menu ideale, o semplicemente quello che è stato consumato a pranzo o a cena, l’utente riceverà il “conto” con il risultato sia in termini nutrizionali che di impatto sul Pianeta (CO2 equivalente).

Fondazione Barilla arricchisce ulteriormente il suo programma educativo mettendo a disposizione dei docenti un nuovo strumento per l’insegnamento dal titolo: “Un’alimentazione che rispetta la salute delle persone e quella del Pianeta”.

Un utile compagno per aiutare a comprendere l’importanza di un regime alimentare attento alla salute e all’ambiente nelle varie tradizioni gastronomiche di tutto il mondo, perché un’alimentazione sana e sostenibile è possibile ad ogni latitudine.
Barilla vuol dire anche cura dell’ambiente

Shortlink: https://bit.ly/2SJdSnx

Articoli Correlati

Politica

Sembra volgere al termine la riorganizzazione del Ministero della Transizione Ecologica (MITE). Il Dipartimento amministrazione generale, pianificazione e patrimonio naturale (DiAG) è guidato da Maria...