Bari per Taranto, l’Università propone un Parco della ricerca

Bari per Taranto, l’Università propone un Parco della ricerca

Durante la Giornata mondiale della Terra è stato presentato un progetto che reinventerebbe le zone più inquinate

Tempo di lettura stimato < 1 minuto

Bari per Taranto, l’Università propone un Parco della ricerca
“Trasformare Taranto in un Parco della ricerca che si riflette su tutte le questioni e l’Universita’ di Bari vuole portare ricerca perché’ Taranto se ne impossessi”.

Lo ha detto oggi il rettore dell’Università di Bari, Stefano Bronzini, intervenendo al dibattito web promosso da Comune Taranto, Avis, Alleanza per lo sviluppo sostenibile, e dal Club Unesco per la Giornata mondiale della Terra.

“Il mio sogno è tematizzare le Università sul territorio perché’ servono competenze trasversali” ha detto ancora il rettore Bronzini.

“I temi della sostenibilità non sono piu’ di sola competenza scientifica ma trasversali a tutti gli ambiti – ha proseguito il rettore dell’ateneo di Bari che a Taranto ha un proprio dipartimento di studi -. Sogno di avere un dipartimento della sostenibilità dove possano convergere competenze miste, multidisciplinari e il dipartimento di Taranto ne è gia’ un esempio.

Abbiamo bisogno di ulteriori risorse, è vero, ma siamo disponibili a farlo”. Bronzini ha quindi ricordato che “l’investimento di Taranto da parte dell’Università di Bari fu pensato come un intervento perché’ c’era bisogno di sviluppare ricerca, non perché’ c’era bisogno della Università di Bari. Dobbiamo puntare ad un territorio dove i giovani possano inserirsi. La ricerca non è piu’ un luogo separato.

È il luogo della produzione e della trasformazione. La ricerca venererà nuovi posti di lavoro, ma sarà anche il paradigma di nuove attività. Dobbiamo essere un po’ coraggiosi”.
Bari per Taranto, l’Università propone un Parco della ricerca

Shortlink: https://bit.ly/3tOnH18

TAGS