Please wait..
Please wait..
Economia

Aumento Pensioni 2024 ultime notizie: gli aumenti a novembre 2023 e rivalutazioni

L’INPS sta per sorprendere i pensionati anticipando il conguaglio della rivalutazione previsto per il 2022, di solito programmato per gennaio dell’anno successivo. Quest’anno, invece, i pensionati riceveranno i loro assegni rivisitati e un cospicuo arretrato relativo ai primi 10 mesi del 2023, direttamente a novembre. Di seguito, tutte le news sull’Aumento Pensioni 2024.

Aumento Pensioni: anticipo INPS

È una notizia che metterà il sorriso sui volti dei pensionati. L’INPS anticiperà il conguaglio della rivalutazione del 2022, originariamente previsto per gennaio dell’anno successivo. Il risultato? I pensionati vedranno un notevole incremento nei loro assegni a novembre, con un arretrato che copre i primi 10 mesi del 2023. Questo è quanto stabilito dal decreto-legge collegato alla manovra del 2024.

L’aumento, corrispondente allo 0,8%, cioè la differenza tra l’indice provvisorio del 7,3% e l’indice definitivo pari all’8,1%, verrà erogato integralmente alle pensioni con un importo mensile che arriva a 2.101 euro; mentre a quelle superiori verrà applicata una percentuale ridotta.

Per dare un esempio, una pensione di 1.000 euro sarà adeguata a 1.008 euro, con l’aggiunta di 80 euro relativi agli arretrati da gennaio a ottobre 2023.

Rivalutazione delle Pensioni: l’anticipo di Novembre 2023

Come precedentemente annunciato, l’INPS ha accolto la rivalutazione effettiva del 2023, che ha visto un aumento dell’8,1% rispetto all’anno precedente. Questo ha reso necessario rivedere al rialzo i provvisori incrementi del 7,3%. Il cuore di questa revisione riguarda gli assegni pensionistici e gli stipendi erogati quest’anno, con l’aggiunta di un ulteriore 0,8%.

L’aumento delle pensioni del 2022, pari all’8,1%, è retroattivo a partire dal 1° gennaio 2023. Questo conguaglio sarà il principale beneficiario dell’anticipo previsto per novembre 2023, finanziato attraverso una disposizione contenuta nella Legge di bilancio del 2024.

Conformemente alla bozza della Legge di bilancio, si legge: “Al fine di mitigare gli effetti negativi dell’inflazione nel 2023 e di sostenere il potere d’acquisto delle prestazioni pensionistiche, l’anticipo del conguaglio per il calcolo della rivalutazione delle pensioni, di cui all’articolo 24, comma 5, della legge 28 febbraio 1986, n. 41, è spostato al 1° novembre 2023, in via eccezionale”.

Aumento Pensioni nel 2024

Conforme al comma 5 dell’articolo 24 della Legge 28 febbraio 1986, n. 41, entro il 20 novembre di ogni anno verrà stabilita, tramite decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, la percentuale di variazione per il calcolo della rivalutazione delle pensioni. Questa variazione verrà poi applicata per adeguare gli assegni al nuovo indice. Nel 2024, la rivalutazione ordinaria potrebbe raggiungere un massimo del 6%, ma potrebbe anche fermarsi al 5,5%, a seconda delle circostanze.

Rate this post
Aumento Pensioni 2024 ultime notizie: gli aumenti a novembre 2023 e rivalutazioni插图

Delia Piavani

Mi chiamo Delia, sono una SEO Copywriter e Web Content Specialist, classe 1995. Ho iniziato a scrivere da piccola e da allora non ho mai smesso. Mi sono laureata in Scienze Politiche e ad oggi scrivo di gossip, lifestyle, cinema, economia e politica.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio