Startup: Dillo con un fiore

Startup: Dillo con un fiore

É una vetrina per i fiorai. I primi 3 mesi sono di prova gratuita

Tempo di lettura stimato 2 minuti

Startup: Dillo con un fiore
Tutto si può dire con fiore, e, adesso, via web. É’ nata l’innovativa start up DomoFlorea, il primo marketplace italiano dedicato alla vendita di fiori online, e ha riscosso subito un grande successo tra i professionisti del settore e tra il pubblico. Il sito ha aperto da pochi mesi, dà la possibilità a tutti i negozi di fiori italiani di avere una vetrina di vendita virtuale connettendosi direttamente ai clienti. L’idea del giovane imprenditore Matteo Mazzola, modenese trasferitosi in Svizzera, sta avendo successo e punta ora a fare il pieno di adesioni.

”Abbiamo aperto un’offerta straordinaria, 3 mesi di prova gratuita per i nuovi fiorai che vogliono iscriversi – spiega Mazzola – abbiamo già 500 utenti che si sono iscritti al portale per acquistare fiori. I negozi sono già alcune decine, provenienti da 5 regioni italiane, Lazio, Veneto, Emilia Romagna, Lombardia, Liguria.

Le province con maggiori fiorai iscritti sono Roma, Milano, Bologna e Genova. Alcuni di loro hanno già iniziato una vendita regolare tramite il portale, arrivando a completare anche 50 carrelli al giorno. Hanno una vetrina di visibilità di 24 ore su 24, decidono loro cosa mettere in vendita on line e il prezzo di vendita, oltre alle modalità di consegna.

I clienti comodamente da casa possono scegliere il prodotto che più gli piace”. I vantaggi di DomoFlorea sono notevoli in termini di costi e visibilità. I 3 mesi di prova gratuita consentono all’utente di prendere confidenza con il marketplace, la cui tecnologia è ”user friendly”, ovvero molto intuitiva e semplice da usare sia per i venditori che per i compratori.

L’assistenza è costante e la visibilità dei prodotti con le rispettive vetrine è garantita 24 ore su 24. ”Uno dei grandi vantaggi di DomoFlorea è di poter vendere i propri prodotti senza doversi creare un e commerce per conto proprio, che è molto costoso e difficile da utilizzare per chi non ha dimestichezza con questa tecnologia. Inoltre, noi non richiediamo una percentuale sul venduto – specifica Mazzola – per cui una volta scelto l’abbonamento al servizio, tutto ciò che vende l’iscritto è il suo puro guadagno”.

Il mercato dei fiori, peraltro, è in crescita. Secondo i dati di Euromonitor international, uno dei maggiori fornitori di ricerche di marketing, registra un giro d’affari pari a 100 miliardi di dollari nel mondo, e solo in Italia di 2,7 miliardi di euro. In questo contesto si inserisce il business di Domoflorea, che sarà capace di portare a casa di fidanzate e mogli, ma anche di parenti e amici lontani, fiori recisi e fiori secchi, piante e mazzi di fiori con la modalità del marketplace, che per la prima volta arriva in Italia nel mondo dei fiori.
Startup: Dillo con un fiore

Shortlink:  https://bit.ly/3rSMQay

TAGS