Mattarella: “Vincere Contro Anti-Scienza, Vaccino Migliore Difesa”

Mattarella: “Vincere Contro Anti-Scienza, Vaccino Migliore Difesa”

"La scienza è chiamata ancora ad intervenire, anche per fornire informazioni e conoscenze", anche "per contribuire a una cultura più matura".

Tempo di lettura stimato 2 minuti

“I Giorni della Ricerca sono giorni di alleanza. Anzitutto alleanza tra ricerca e informazione. Divulgare, far conoscere, sensibilizzare – particolarmente nelle scuole – sono leve per sollecitare la partecipazione” e “questi messaggi devono misurarsi anche con i nuovi strumenti della comunicazione rapida e globale, laddove si annidano nuclei che propagano l’anti-scienza. È una sfida nei luoghi della modernità. Occorre affrontarla e vincerla”. Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, intervenuto oggi al Quirinale alla cerimonia di celebrazione de “I Giorni della Ricerca”, iniziativa promossa dall’Associazione italiana per la ricerca sul cancro.

“La ricerca – sottolinea Mattarella – è un vettore indispensabile del benessere della società: una condizione per la cura più efficace della persona e al tempo stesso un motore di crescita economica, sociale, civile. Senza investimenti sulla ricerca non vi sarà quello sviluppo equo e sostenibile, posto al centro delle politiche europee e che abbiamo indicato come obiettivo comune dell’intero pianeta. Dobbiamo colmare ritardi storici in questo campo, e abbiamo la possibilità di farlo”. “Viviamo, ancora, in tempi di pandemia – aggiunge il capo dello Stato – Le sofferenze dei mesi trascorsi hanno lasciato segni profondi, e il virus continua a provocare allarme. Non si è esaurito il nostro dovere di responsabilità, particolarmente verso i più fragili. Abbiamo però eretto un argine. Siamo riusciti a imboccare la strada della ripartenza. Grazie alla scienza, che ci ha fornito gli strumenti per proteggerci e per riconquistare spazi di libertà, cui eravamo stati costretti, per qualche tempo, a rinunziare”.

Mattarella continua: “Siamo riusciti a registrare una ripresa economica incoraggiante. I vaccini sono stati la nostra maggiore difesa. Hanno salvato migliaia e migliaia di vite. Hanno ridotto le sofferenze. Hanno consentito le riaperture. Sono stati realizzati e prodotti in un tempo così breve e in quantità così grandi come mai era accaduto nella storia. Anche questo è, in larga misura, merito della ricerca. La comunità scientifica ha saputo concentrare risorse e conoscenze, e ha saputo condividere gli avanzamenti, ha saputo accorciare i tempi di sperimentazione, ha saputo mettere in comune i risultati” afferma il presidente della Repubblica, rimarcando la “larga adesione alla campagna di vaccinazione, che ha visto la quasi totalità degli italiani comprendere la necessità di proteggersi e di proteggere, vaccinandosi, la libertà e le opportunità proprie e degli altri”.

©9Colonne

 

TAGS