5-10 Anni Di Immunità Con La Terza Dose

5-10 Anni Di Immunità Con La Terza Dose

La terza dose a tutti, anche sotto i 60 anni, è la normalità. Immunologo Abrignani favorevole all'allungamento del green pass.

Tempo di lettura stimato < 1 minuto

La terza dose a tutti, anche sotto i 60 anni, “non è una decisione straordinaria, nel mondo della vaccinologia la terza dose distanziata dalle prime due, per persone che non hanno mai visto un certo microrganismo, è la normalità. Il nostro sistema immunitario come in questo caso, può aver bisogno di questa stimolazione per innescare una memoria di lungo termine che consenta di fare altri richiami non prima di 5-10 anni”. Lo afferma Sergio Abrignani, immunologo del Comitato tecnico scientifico, in una intervista al Corriere della Sera nella quale si dice favorevole all’allungamento del green pass “in termini di tempistica. Si è dimostrato uno strumento fondamentale dunque è giusto prevedere che continui a costituire un lasciapassare. Mitiga il rischio che una persona infetta entri a contatto con un sano, vaccinato o non vaccinato che sia” ma “si potrebbe fare di più sul rigore con cui viene controllato”. E degli italiani che non si vaccinano pur non appartenendo alla minoranza dei no vax dice: “Sono persone bloccate da grandi paure, per questo esitano, vanno comprese e aiutate. Più il tempo passa più sono solide le evidenze sulla sicurezza e l’efficacia dei vaccini. Le loro paure non hanno base scientifica, sono irrazionali e rischiano di fargli molto male. A 60 anni l’infezione da Sars-CoV-2 può portare alla morte nel 3-4% dei casi”. (9 NOV – red)

(© 9Colonne)