Minacce di morte e stella Brigate Rosse per Michetti

Minacce di morte e stella Brigate Rosse per Michetti

Dopo le minacce il candidato a sindaco di Roma dichiara: 'Io contro fascismo-nazismo e comunismo'

Tempo di lettura stimato < 1 minuto

Minacce di morte e stella Brigate Rosse per Michetti
Stelle a cinque Punte delle Brigate Rosse e minacce di morte contro di me. Sono sconcertato. Il nostro comitato e’ stato profanato e vandalizzato con le stelle a cinque punte delle Brigate Rosse e richiami a Piazzale Loreto”.

Così in una nota il candidato sindaco di Roma del centrodestra Enrico Michetti. “Questo e’ il risultato – spiega – del clima di odio che si e’ creato intorno a me ed a tutto il centrodestra e che è stato alimentato in tutti questi mesi di campagna elettorale dalla sinistra”.

“Adesso basta, non accetterò più attacchi che hanno addirittura portato a queste intimidazioni e minacce che offendono la mia persona e che mettono in pericolo la democrazia. Questa è una vergogna”, ha ribadito Michetti.

Il candidato arrivato al comitato ha poi aggiunto: “Io sono stato sempre contrario a qualsivoglia forma di totalitarismo: fascismo, nazismo, comunismo. Per me al centro c’e’ sempre la democrazia, la liberta’, il rispetto delle persone e delle Istituzioni”. “Io sono per il rispetto dell’uomo – ha proseguito Michetti – . Al centro c’è l’umanità contro qualsivoglia tipo di violenza.

Punto. Io sono una persona che ha messo al centro la Costituzione. Io mi sono sempre ispirato ad Alcide De Gasperi“.
Minacce di morte e stella Brigate Rosse per Michetti

Shortlink: https://bit.ly/3BO8ila

TAGS