Arabia Saudita, accordo Eig-Aramco da 12,4 miliardi di dollari

Arabia Saudita, accordo Eig-Aramco da 12,4 miliardi di dollari

Contratto ciclopico con il gigante dell’energia Aramco, tra le più grandi operazioni al mondo per infrastrutture energetiche

Tempo di lettura stimato 2 minuti

Arabia Saudita, accordo Eig-Aramco da 124 miliardi di dollari
Il gigante saudita dell’energia Aramco ha raggiunto un accordo da 12,4 miliardi di dollari con Eig per cedere una partecipazione azionaria 49 per cento di una neocostituita societa’ (“Aramco Oil Pipelines”) incaricata della gestione degli oleodotti del Regno.

L’intesa include i diritti a ricevere per 25 anni pagamenti di tariffe per l’utilizzo degli oleodotti per il petrolio grezzo di Aramco.

Si tratta di una delle più grandi operazioni al mondo relativa alle infrastrutture energetiche.

L’accordo rappresenta un tentativo di monetizzare i prodigiosi asset petroliferi dell’Arabia Saudita, una volta considerati talmente strategici che anche una vendita irrisoria di quote di minoranza sembrava inverosimile. Con l’ascesa del principe ereditario Mohammed bin Salman, tuttavia, il Regno si è aperto agli investitori stranieri.

Per diversi anni, il principe aveva promosso una quotazione internazionale delle azioni di Aramco, salvo poi optare per una quotazione locale di una piccolissima fetta della societa’. L’acquirente Eig è una delle principali societa’ di investimento nel comparto dell’energia globale e leader mondiale nel settore delle infrastrutture.

L’accordo in questione è un di “leasing e leaseback” e include il diritto a ricevere per 25 anni pagamenti di tariffe per l’utilizzo degli oleodotti per petrolio grezzo stabilizzato di Aramco. Anche il fondo sovrano di Abu Dhabi Mubadala Investment Co. è membro del consorzio, che probabilmente includerà anche investitori cinesi e sauditi, come riferisce il quotidiano statunitense “Wall Street Journal”.

Aramco deterrà la rimanente partecipazione del 51 per cento della nuova societa’, il che indica un valore totale del capitale azionario di “Aramco Oil Pipelines” di circa 25,3 miliardi di dollari. Il colosso saudita resterà titolare della rete di oleodotti mantenendone il controllo operativo, oltre ad assumersi tutti i rischi operativi e delle spese d’impianto. R. Blair Thomas, presidente del consiglio di amministrazione e amministratore delegato di Eig, ha dichiarato in un comunicato stampa:

“Si tratta di un’opportunità straordinaria per gli investitori Eig e siamo estremamente lieti di collaborare con Aramco in questa importantissima operazione relativa a un’infrastruttura di rilevanza globale. (…) Guardiamo con fiducia a una partnership a lungo termine con Aramco e tramite questo eccezionale investimento contiamo di creare valore aggiunto per i nostri investitori”. Da parte sua, il presidente e Ceo di Aramco, Amin H. Nasser, ha dichiarato:

“Questa transazione storica definisce la via da seguire per il nostro programma di ottimizzazione del portafoglio. Stiamo capitalizzando nuove opportunità che si allineano strategicamente anche con il programma Shareek lanciato di recente dal Regno.

La forte struttura del capitale di Aramco sarà ulteriormente rafforzata con questa transazione, che a sua volta aiuterà a massimizzare i rendimenti per i nostri azionisti. Inoltre, i nostri partner a lungo termine trarranno vantaggio dagli investimenti in una delle infrastrutture energetiche più solide del mondo”.
Arabia Saudita, accordo Eig-Aramco da 12 4 miliardi di dollari

Shortlink: https://bit.ly/3dpKMRV

TAGS