A Roma violato il silenzio elettorale con Whatsapp

A Roma violato il silenzio elettorale con Whatsapp

Messaggi in cui compare il simbolo del movimento che appoggia Virginia Raggi

Tempo di lettura stimato < 1 minuto

A Roma violato il silenzio elettorale con Whatsapp
Messaggi elettorali inviati tramite WhatsApp ai cittadini per influenzare le elezioni a Roma.

Lo denuncia il Codacons, che presenta un esposto a procura di Roma e Garante per la privacy. “Nella giornata di domenica abbiamo registrato segnalazioni da parte di utenti che hanno ricevuto tramite WhatsApp messaggi inviati da movimenti politici che appoggiano la sindaca Virginia Raggi con cui si invitano i cittadini a recarsi alle urne – spiega il Codacons – Messaggi in cui compare il simbolo del movimento che appoggia Virginia Raggi e che rappresentano una indebita pressione sui romani chiamati ad esprimere la propria preferenza, in un momento in cui vige il silenzio elettorale”.

Per tale motivo il Codacons presenterà domani un esposto a Procura e garante per la privacy chiedendo di indagare sulla violazione delle disposizioni in vigore.
A Roma violato il silenzio elettorale con Whatsapp

Shortlink:  https://bit.ly/3irE6F6

TAGS