Connect with us

Hi, what are you looking for?

In evidenza

60 milioni di cartelle esattoriali in arrivo?

Il Partito Liberale Europeo e Fratelli d’Italia vogliono vederci chiaro. Montecchi, Patamia e Meloni chiedono al governo gradualità

60 milioni di cartelle esattoriali in arrivo?
Tempo di lettura stimato 2 minuti

60 milioni di cartelle esattoriali in arrivo?
Ripartono a tambur battente gli uffici esattoriali. Ci dicono fonti ben informate che sarebbero in stampa decine di milioni di cartelle che i contribuenti, molti dei quali sfiancati dalla crisi di questi due anni, starebbero per ricevere.

La notizia c’è, ma non ne parla nessuno. O quasi. Se ne sono accorti i vertici dei liberali europei, con quel PLE che sta diventando il contraltare liberale del centrodestra, ma anche Giorgia Meloni. I primi puntano il dito sui troppi fumogeni che vedono accesi in questi giorni, come a voler nascondere le operazioni più pesanti ai danni dei cittadini più tassati d’Europa.

“Mentre il dibattito pubblico verte su questioni gravissime come la crisi in Afghanistan o pretestuose come la vicenda Durigon, c’è chi si appresta a rimettere le mani nelle tasche degli italiani.

Si intravede infatti l’ombra di un’autentica tempesta fiscale, quando dal primo settembre l’Agenzia delle Entrate ricomincerà con l’invio delle cartelle esattoriali tenute in sospeso fino ad ora. Se è vero che 60 milioni di notifiche sono in arrivo, è necessario intervenire per distinguere chi è in grado di pagare da chi, a causa del Covid, ha chiuso le sue attività.

Noi diciamo che il ‘tutto e subito’ non ha mai funzionato e non può funzionare adesso, quando faticosamente il sistema-Italia tenta di uscire dal lungo tunnel del Covid. Ci vuole una ripresa graduale anche nella giusta attività di contribuzione fiscale”, sintetizzano in una nota congiunta Marco Montecchi e Francesco Patamia, segretario e presidente del Partito Liberale Europeo, al termine della Direzione nazionale riunita a Roma. 

Sulla stessa scia la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni: “Dal 1° settembre l’Agenzia delle Entrate-Riscossione riparte alla carica con le cartelle esattoriali, pignoramenti e ganasce fiscali: è in arrivo una tempesta di 60 milioni di notifiche”. Che aggiunge: “Abbiamo visto come la gestione della crisi sanitaria abbia messo in ginocchio determinati settori, mentre ne ha favoriti altri.

Come fa lo Stato a chiedere soldi alle stesse attività che ha fatto chiudere? Come fa lo Stato a inviare cartelle di riscossione a quei lavoratori che non hanno percepito più entrate a causa delle restrizioni? Perché non distinguere chi può (e deve) pagare da chi è stato messo in condizioni di non poter pagare?”.
60 milioni di cartelle esattoriali in arrivo?

Shortlink: https://bit.ly/3joENQp

You May Also Like

In evidenza

L’ammiraglio, già capo di stato maggiore della Marina Militare dal 2013 al 2016: “Con Draghi l’Italia è rientrata in gioco soprattutto a livello diplomatico,...

In evidenza

L'esperta giurista a L'Argomento: “Col covid bisogna convivere, al ministro Bianchi va la nostra gratitudine: dietro le violenze a Milano c'è anche la scuola...

Politica

L'intervento dell'ex deputato cattolico Domenico Menorello, Osservatorio parlamentare “Vera lex?”

In evidenza

L'analisi: per la coalizione il possibile passo indietro del Cav. è l'esame di maturità definitivo. Nel mezzo il sommovimenti centristi che, piacciano o meno,...