Cinema

Sylvester Stallone, le dichiarazioni sulla sua carriera sono piene di orgoglio

Il protagonista di Rocky fa un'autovaluzione della sua carriera in occasione della presentazione del documentario Sly, a lui dedicato.

Sylvester Stallone, l’iconico attore noto per i suoi ruoli in film d’azione degli anni Ottanta e Novanta, si è definito “l’ultimo dei dinosauri” durante un’intervista in occasione della prima mondiale del documentario “Sly”, dedicato alla sua carriera. Questa espressione insolita ha suscitato curiosità, ma Stallone ha spiegato il significato dietro questa affermazione.

L’attore ha sottolineato che si considera uno degli ultimi sopravvissuti dell’epoca d’oro del cinema d’azione degli anni Ottanta, un periodo in cui le star come lui dominavano il grande schermo. Nonostante l’evoluzione dell’industria cinematografica e il cambiamento dei gusti del pubblico, Stallone continua a lavorare in progetti di successo. Ha menzionato la sua partecipazione alla serie di film “I Mercenari”, che è giunta al quarto capitolo, e alla serie TV “Tulsa King” disponibile su Paramount+, confermata per una seconda stagione, in cui recita accanto a Garrett Hedlund.

Una lunga carriera tra alti e bassi

La carriera di Stallone è stata caratterizzata da alti e bassi, con un momento cruciale all’inizio quando, in situazioni finanziarie precarie, vendette i diritti della sceneggiatura del film “Rocky” e ottenne il ruolo principale. Questo film è diventato un’icona del cinema e ha avviato una lunga saga cinematografica, compresa la serie “Creed”. È stato questo ruolo che ha trasformato la sua carriera, rendendolo un volto iconico dell’industria cinematografica.

Riflettendo sulla sua lunga carriera, Stallone ha dichiarato che la sua longevità nell’industria cinematografica è stata straordinaria e ha ammesso che non avrebbe mai potuto prevederla. Ha sottolineato come il mondo del cinema sia cambiato rapidamente nel corso degli anni e ha fatto notare che la longevità dovrebbe essere un obiettivo più raro in questo ambiente in rapida evoluzione. Ha quindi affermato di considerarsi “l’ultimo dei dinosauri”, un termine che sottolinea il suo orgoglio per il percorso compiuto ma anche il riconoscimento del passare del tempo e dei cambiamenti nel settore.

Stallone ha poi discusso sul cinema degli anni Ottanta, sottolineando che quell’epoca è stata un periodo interessante in cui il genere d’azione stava ancora evolvendo e definendosi. Ha notato che prima di quel periodo, i film d’azione erano spesso caratterizzati da inseguimenti in auto o film basati sull’intelletto, mentre gli anni Ottanta hanno portato una nuova definizione del “tizio action”, con più azione fisica e meno dialoghi. Stallone è stato uno dei protagonisti principali di questa trasformazione e ha contribuito a plasmare il genere come lo conosciamo oggi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio