Cinema

Quanto costa Prime Video? Offerte, abbonamento e tutte le curiosità

Prime Video ormai sta prendendo il sopravvento su tutte le piattaforme, mettendo in crisi anche Netflix grazie ai tanti servizi offerti. Ma quanto costa? Il provider permette agli utenti di pagare 4.99 euro al mese o 49.99 euro l’anno con dunque l’acquisto per 12 mesi che porta a uno sconto di due, dunque con un risparmio di dieci euro.

I servizi che ci offre poi Prime sono davvero molteplici perché con una cifra abbordabile oltre ad avere serie tv, film e programmi quest’anno gli appassionati di calcio hanno potuto guardare al mercoledì la migliore gara della Champions League. In più aggiungiamo il fatto che collegato a questo servizio ci sono le spedizioni gratuite e in un giorno quando si acquistano prodotti, venduti da Amazon stesso, sul sito di e-commerce. Andiamo ora a vedere le offerte più da vicino.

Prime Video, costo e curiosità

Chi non ha Prime Video può usufruire di un mese di prova gratuita che permette di capire come funziona il servizio e che porta poi a decidere se investire 4.99 euro al mese o 49.99 per un anno totale. La prova ci permette, senza spendere soldi, di capire se possiamo essere interessati a questo tipo di servizio o meno. In più va aggiunto che tra i contenuti troviamo anche delle esclusive della piattaforma che non possiamo trovare da nessun altra parte.

Questo ha permesso alla piattaforma di allargare sempre di più il suo pubblico ottenendo un buon consenso e arrivando a raccontare delle storie che possono interessare un range di pubblico sempre più ampio, con la forbice che si muove dai bambini agli anziani passando anche per i giovani e gli adulti.

Un po’ di storia

Prime Video ha una storia piuttosto interessante, in grado di raggiungere risultati vicini ai colossi del mercato come appunto Netflix. Il primissimo prototipo di questo servizio è Amazon Unbox lanciato il 7 settembre del 2006 per trasformarsi prima in Amazon Video on Demand nel 2008 e Amazon Instant Video nel 2011. Il nome Prime comparirà per la prima volta nel 2015 e da allora diventerà un marchio talmente riconoscibile da non cambiare mai più.

Sicuramente si tratta di un servizio affidabile e ben curato che nel corso degli anni ha dato al pubblico sempre contenuti nuovi. Tra gli ultimi non possiamo non citare Lol chi ride è fuori, show condotto da Fedez e Frank Matano che ha divertito moltissimo il pubblico con i protagonisti che si trovavano a dover resistere alle risate per evitare di essere eliminati e rispediti a casa.

Questo ci fa capire bene che nel corso del tempo l’offerta, che all’inizio era base, ha ottenuto un successo tale da indurre la produzione a cambiare spesso mirino per permettere di capire cosa piacesse di più al pubblico. Il servizio on demand è sicuramente un qualcosa molto difficile da permettere che si alzi l’attenzione concretamente. Eppure Amazon è riuscito a creare un provider molto seguito e imitato con anche Netflix che diverse volte ha preso spunto per regalare i suoi contenuti al pubblico molto esigente e davvero con l’imbarazzo della scelta.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio